Esame commercialista: come studiare bene e in fretta per superarlo!

da

esame commercialista come studiare

Nell’articolo di oggi parliamo di un altro concorso pubblico, preparati dunque a scoprire tutto dell’esame da commercialista e come studiare per affrontarlo e superarlo 🙂

Quella del commercialista è una professione molto richiesta che prevede un iter ben preciso da percorrere composto di laurea, tirocinio ed esame di abilitazione.

Nelle righe seguenti parleremo brevemente della professione in sé, vedremo com’è strutturato l’esame e infine ti darò qualche consiglio di metodo di studio per prepararti al meglio. Let’s go 🙂

metodo di studio baner blog

Come si diventa commercialista? 3 step

Sostanzialmente che fa un commercialista? Se sei qui a leggere questo articolo probabilmente già lo sai bene, ma facciamo un piccolo recap su questa professione.

Il dottore commercialista in sostanza si occupa consulenza in ambito commerciale, fiscale, societario e del lavoro. Alcune delle attività che il professionista deve svolgere consistono nel tenere la contabilità, predisporre i bilanci degli esercizi commerciali e le dichiarazioni dei redditi, redarre i libri contabili, svolgere perizie tecniche, ispezioni e revisioni amministrative.

Insomma, tutte mansioni di responsabilità che richiedono una vasta conoscenza fiscale, giuridica, contabile…e anche informatica!

1. La laurea

Proprio per questo motivo la sola laurea triennale in economia non è sufficiente a ricoprire il ruolo di dottore commercialista, perché le competenze da acquisire sono molte e richiedono tempo. Dunque che cosa bisogna fare?

Beh, che serva la laurea lo sappiamo (e meno male, almeno questo!), ma una triennale non basta, bensì serve un titolo magistrale. I percorsi che ti consentono di proseguire nella tua corsa alla carriera di commercialista sono:

  • laurea in economia (vecchio ordinamento);
  • specialistica in scienze dell’economia;
  • specialistica in scienze economico-aziendali;
  • magistrale in scienze dell’economia;
  • magistrale in scienze-economico aziendali.

2. Il praticantato

Una volta ottenuta la tua magistrale, il prossimo passo è quello di svolgere un periodo di tirocinio presso un professionista abilitato e iscritto all’Ordine da almeno 5 anni.

Il tirocinio deve durare 18 mesi, ma se stai ultimando i tuoi studi puoi già cominciarlo e guadagnare un po’ di tempo. È una tappa fondamentale sia per la tua formazione professionale sia per il concreto conseguimento del titolo di commercialista.

Ora vediamo come è strutturato l’esame da commercialista, come studiare per superarlo è l’argomento che viene subito dopo, quindi vai avanti a leggere!

3. L’esame di Stato da commercialista

L’esame è l’ultimo ostacolo da superare prima di iniziare a fatturar…ehm cioè a fare il lavoro dei tuoi sogni! Il motivo per cui sei qui: l’esame da commercialista e come studiare per superarlo 🙂

Passare questo esame ti consente di essere ufficialmente iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, così da poter esercitare la professione a tutti gli effetti. Affidati al portale della tua università per scaricare il bando e avere accesso a tutte le informazioni relative a costi, iscrizioni e pratiche burocratiche varie.

Per iscriverti all’esame giusto è importante che tu sappia che l’Ordine si divide in due sezioni, A dedicata ai dottori commercialisti, e B dedicata agli esperti contabili. A questa seconda sezione possono iscriversi anche gli studenti muniti di sola laurea triennale più un periodo di tirocinio ufficialmente riconosciuto.

Come si svolge l’esame da commercialista?

Ora sei nel clou, devi affrontare l’esame vero e proprio. Preparati a sostenere 4 prove: 3 scritte e 1 orale.

Nella prima prova scritta dovrai esibire le tue conoscenze nei seguenti ambiti:

  • ragioneria generale e applicata;
  • revisione aziendale;
  • tecnica industriale, commerciale, bancaria e professionale;
  • finanza aziendale.

La seconda prova scritta è super teorica ed è incentrata sul diritto e le sue ramificazioni. Le nozioni da avere riguardano il diritto:

  • privato;
  • commerciale;
  • fallimentare;
  • tributario;
  • del lavoro e della previdenza sociale;
  • processuale civile.

Nella terza prova scritta farai sostanzialmente un’esercitazione pratica sulle materie che ti sono state richieste nelle prove precedenti. Lo scopo di questa fase dell’esame è verificare che tu sappia concretamente risolvere un caso specifico e, ad esempio, redarre gli atti.

Infine la prova orale si configura come un ulteriore accertamento delle tue conoscenze sia teoriche che pratiche rispetto alle materie di cui l’intero esame è stato oggetto. Per accedere a questa prova assicurati di ottenere un punteggio minimo di sei decimi su ognuna delle tre prove precedenti.

Occhio però perché in questa sede verrai interrogato anche su altri fronti. Nello specifico dovrai dimostrare di essere ferrato anche in:

  • informatica;
  • economia politica;
  • matematica;
  • deontologia professionale;
  • statistica.

Alla fine dell’intero esame la somma dei punteggi ottenuti in ogni prova restituirà il tuo voto finale.

Esame da commercialista: come studiare per diventare finalmente Dottore!

Ora ci addentriamo nella parte che sicuramente ti interessa maggiormente, ossia il metodo di studio pre preparare e, soprattutto, superare, l’esame di Stato!

La prima cosa che devi tenere a mente, avendo visto come è strutturato l’esame, è che il solo studio teorico non può costituire tutta la tua preparazione. Devi fare anche molto esercizio per prendere confidenza con le dinamiche dei casi studio e la loro risoluzione.

Adesso andiamo secchi con i consigli sul metodo di studio, ma partiamo dalle basi, perchè è bene andare con ordine.

1. Studia sui testi giusti

Un manuale aggiornato e completo è importante per approfondire tutte le conoscenze necessarie per arrivare all’esame da commercialista.

I testi dell’università (purchè aggiornati) possono essere un comodo rinforzo per andare a chiarire quei temi che magari i testi specifici affrontano marginalmente. Dunque non bruciarli in un falò abusivo in cortile, ma il mio consiglio è di non usarli come base per la tua preparazione.

In commercio ci sono diversi testi specifici per prepararti all’esame di Stato, comprensivi di teoria ed esercizi. Ti suggerisco un paio di alternative tra le offerte degli editori più quotati.

  • Maggioli Editore è un’ottima scelta in quanto a manuali di questo stampo. Nello specifico ti segnalo il Kit Esame Commercialista (implementato di anno in anno) che comprende diverse risorse utili. Tanto per cominciare un manuale di teoria molto ben fatto che racchiude in maniera sintetica, ma esaustiva, tutti gli argomenti richiesti in sede d’esame. A questo testo si affianca un formulario online che raccoglie i fac simile degli atti che potrebbe capitarti di dover redigere durante la terza prova scritta. Poi abbiamo un volume che raccoglie una selezione di temi già svolti per permettere ai candidati di famigliarizzare con le prove scritte. Infine un eserciziario pratico relativo alla terza prova, sempre scritta.
  • Altrettanto affidabili sono i testi di Edizioni Simone, di cui ti suggerisco il Manuale per commercialista ed esperto contabile, composto da due volumi. Del primo tomo va segnalato il particolare approccio alla disciplina giuridica, materia vasta che normalmente potrebbe essere complessa da approfondire, dovendo ricorrere anche a più libri diversi. Il manuale Simone invece ne offre una panoramica sintetica, ma precisa. Il secondo volume invece ti accompagna nella preparazione della prova orale, fornendo esempi presi “sul campo” diciamo, trattandosi di materiale estrapolato direttamente dagli esami degli anni passati. Esiste poi un terzo volume separato, dedicato a Esercizi e temi svolti per la prova scritta che ha senso affiancare agli altri due per la preparazione strettamente più pratica dell’esame.

Consiglio Bonus! Compito del commercialista è anche mantenersi sempre aggiornato sui suoi campi di azione, tanto più che le tematiche che coinvolgono il suo lavoro sono in costante mutamento.

Devi tenerne conto anche nel momento in cui ti prepari per l’esame di Stato, perchè non puoi sapere che domande troverai o a quali casi dovrai far fronte. Per questo motivo ti consiglio di leggere molte riviste del settore e tenerti costantemente informato su tutte le novità 🙂

2. Studia in maniera organizzata

Se mi dici: “esame da commercialista: come studiare, qual è il segreto segretissimo per prepararlo bene e rapidamente”, la mia rispsota è l’organizzazione.

La pianificazione dello studio è la chiave per arrivare all’esame con la vittoria in mano! Se ti fai un programma ben congeniato puoi completare lo studio del tuo materiale nei tempi migliori e sostenere l’esame senza quell’ansia di “oh mio Dio, ho saltato quell’argomento speriamo che non me lo chiedano!”.

So che per molti l’organizzazione è un grande scoglio perchè come si dice…tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare: si parte con tanti buoni propositi e poi ci si perde lungo la via!

Per ovviare a questo problema, però, io ho un metodo infallibile per organizzare lo studio ed è veramente elementare, te lo spiego.

  • Prendi un calendario e conta quanti giorni hai a disposizione per studiare prima della data dell’esame. Fai una stima intelligente e conta solo i giorni di studio effettivo, lasciando perdere quelli in cui sai che normalmente fai altro, tipo il weekend;
  • Poi prendi i tuoi manuali (teoria ed esercizi ) e conta la totalità delle pagine da fare;
  • A questo punto dividi il numero delle pagine per il numero dei giorni…
  • …e così facendo ottieni l’esatta quantità di pagine da fare al giorno, non puoi sbagliarti 😉
  • Il consiglio extra è di prendere il numero che hai ottenuto prima e di moltiplicarlo per 1,20. Così facendo aggiungi un 20% di pagine in più da fare al giorno. Queste pagine extra ti consentono di tenerti largo con la tua programmazione e ricavare un tempo cuscinetto molto utile per affrontare gli imprevisti, tipo quando, per mille motivi, proprio non riesci a studiare.

Una volta che hai realizzato il tuo piano, mi raccomando, rispettalo! Usa la tecnica del pomodoro per scandire il ritmo di studio, mantenendo alta la concentrazione e impegnati a portare a casa le tue pagine ogni giorno.

2. Studia con le mappe mentali

Le mappe mentali sono un grande strumento, estremamente efficaci in ogni fase dello studio: comprensione, memorizzazione e ripasso.

Sostanzialmente si costruiscono partendo dal centro del foglio, dove bisgona inserire la parola chiave principale, il macro argomento di partenza dello studio. Dal centro poi si dipanano tanti rami quanti sono gli argomenti secondari e così via, procedendo sempre dal generale al particolare. Una struttura radiale che ti consente di avere sempre sott’occhio non solo la generalità dell’argomento che stai studiando, ma anche i collegamenti tra ogni informazione presente all’interno della mappa.

Funzionando tramite l’ancoraggio di parole chiave e immagini, fanno sì che la tua mente sia costantemente stimolata. All’inizio devi concentrarti per individuare la parola chiave più adatta, poi devi impegnarti a creare l’accostamento tra parola chiave e immagine, mettendo in moto la tua fantasia. Il bello poi arriva nella fase di memorizzazione in cui fissi i concetti grazie alle tecniche di memoria.

So che può sembrare un po’ macchinoso detta così, ma fidati se ti dico che tutti i corsisti ai quali ho insegnato questo metodo non hanno certamente rimpianto il vecchio “leggere e ripetere”, efficace fino a un certo punto, ma soprattutto lentissimo. Invece tu vuoi fare il commercialista, vuoi fatturare e chi meglio di te sa che il tempo è denaro?!

Si scherza 😉 Ma sulle mappe mentali no, lì non si scherza, sono veramente fighe.

3. Studia con le tecniche di memoria

Se ti son piaciute le mappe mentali allora sappi che devi buttarti anche sulle tecniche di memoria, perchè non esiste mappa efficace al 100% senza l’utilizzo di P.A.V.= Paradosso, Azione, Vivido, il principio che sostanzialmente sta alla base di molte tecniche.

Paradosso, azione e vivido sono i tre ingredienti che un’immagine deve contenere per risultare facile da ricordare. Più l’immagine è paradossale più ti rimarrà impressa. Se ti figuri lo svolgimento di un’azione, il movimento stimolerà meglio la tua memoria, e se infine aggiungi dei dettagli vividi per coinvolgere i tuoi sensi, ti sembrerà di essere dentro all’immagine stessa.

Ti faccio un esempio stupido per mostrarti come funziona. Poniamo il caso che tu debba ricordarti che Giuseppe Verdi ha composto “La Traviata”. Per memorizzarlo immaginati il Giuseppe del presepe con la sua barba lunga e il bastone da pastore, figuratelo completamente vestito di un bel verde brillante, mentre pittura, sempre di verde, un’enorme trave di legno (trave=Traviata).

Ora, io ho fatto l’esempio con questi criteri perchè per me funziona così, ma tu avresti potuto formulare un’immagine diversa. Non c’è giusto o sbagliato (all’interno di certe regolette base ovviamente), l’importante è che faccia scattare nella tua testa il meccanismo che riconduce quest’immagine assurda alla cosa che devi memorizzare 🙂

Le tecniche di memoria sono veramente utili una volta che ti sei impratichito, ci va un po’ di esercizio, ma fanno davvero la differenza sul tuo studio. Sul blog ne abbiamo trattate diverse e se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere l’articolo “Tecniche di memorizzazione veloce”.

Ora tocca a te 🙂

Siamo giunti alla fine della nostra trattazione sull’esame da commercialista e come studiare per superarlo. Abbiamo assodato che di lavoro da fare ce n’è, ma un buon metodo renderà la sfida assolutamente sostenibile e, sono certo, con ottimi risultati.

Siccome però, trattandosi di una prova importante, potresti voler andare super sul sicuro, sappi che ho creato un nuovo video corso dal titolo Obiettivo Concorso, dedicato proprio alla preparazione a 360° degli esami di ammissione e di abilitazione, nel minor tempo possibile!

In Obiettivo Concorso affrontiamo organizzazione dello studio, pianificazione degli obiettivi, memorizzazione, ripasso e altro ancora. Il tutto con un metodo rapido ed efficace e un costante supporto della community composta ovviamente da me, sempre a tua disposizione per domande e chiarimenti, e da tutti gli altri corsisti. Dove? Sul gruppo privato su Facebook nel quale potrai interagire con gli altri studenti e, una volta a settimana, partecipare alle coaching live nelle quali rispondo in diretta a tutte le domande 🙂

Ora è veramente tutto. In bocca al lupo a te e ci rivediamo nel prossimo articolo!

Ciao da Christian.

Photo credit: Calendario foto creata da pressfoto – it.freepik.com

Lascia il tuo Commento qui sotto

Commento

Seguici sui social

Articoli più letti!

Metodo di studio universitario: l’arma segreta per superare tutti gli esami


Come studiare bene e velocemente: 8 consigli pratici (nessun trucco!)


Non riesco a studiare: una serie di consigli per ritrovare la motivazione


Come preparare esami in 7 giorni: la guida giorno per giorno


Non ho voglia di studiare: 3 segreti per ritrovare la motivazione


Schemi a cascata: perché usarli e come farli


Metodo di studio: facciamo un riassuntone su come si studia


Palazzo della memoria: la guida rapida per costruirlo


Prendere appunti: il metodo Cornell è perfetto!


Mappe Mentali: per studiare a super velocità

BANNER - DaStudenteBloccato2

Trattamento Dati

Controlla la posta elettronica tra 5 minuti (se non trovi nulla, dai un'occhiata nello SPAM)

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici, analitici e di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy