Scommetto che hai già pensato a quale facoltà vorrai iscriverti il prossimo anno accademico e siccome molte sono a numero chiuso nell’articolo di oggi ti parlo di come prepararsi ai test di ammissione all’università 😉

metodo di studio baner blog

La “sfortuna” vuole che il periodo dedicato alla preparazione dei test di ingresso universitari sia proprio quello estivo. So che fa caldo, che il mare ti chiama e che c’è una birra fredda a bordo piscina con il tuo nome sopra (magari!), ma questo è il momento di non distrarsi e tenere gli occhi ben fissi sull’obiettivo.

Se sei una futura matricola probabilmente hai già fatto le tue ricerche e sai già tutto ciò che c’è da conoscere riguardo ai test di ingresso. Ad esempio forse saprai che alcuni test sono creati a livello nazionale, come quelli di medicina e di architettura, mentre altri dai singoli atenei. Poi ci sono i test di sbarramento, che se non vengono superati ti impediscono di accedere al corso di studi. E poi ancora i test propedeutici che, anche se non superati ti permettono lo stesso di iscriverti alla facoltà, ma in tal caso dovrebbero farti riflettere un pochino sull’adeguatezza del percorso scelto.

Se in queste poche righe lette hai sgranato gli occhi rendendoti conto di non essere ben informato, ti consiglio di andare a fare le tue dovute ricerche in modo tale da non ritrovarti impreparato 🙂 E a prescindere da tutto comunque ricordati questo. Se l’università che hai scelto è a numero chiuso devi rimboccarti le maniche e darci dentro perché non ci saranno sconti, sarai tu contro tantissimi altri studenti e vincerà chi farà meglio degli altri. Dovrai dare massimo, impegnandoti al 100% nella preparazione.

Oggi sono qui proprio per darti 4 importanti consigli che ti aiuteranno ad armarti al meglio per la sfida che ti aspetta. Sei pronto? Partiamo 🙂

Come prepararsi ai test di ammissione all’università: i 4 pilastri

Il test di ingresso all’università è una prova che tende a spaventare e mettere pressione sugli studenti. Si tratta di un esame diverso da quelli affrontati al liceo, con modalità e tempistiche differenti, dunque richiede una preparazione su misura.

Io voglio aiutarti a non perderti in un bicchier d’acqua, suggerendoti esattamente quello che è meglio fare per impostare la tua preparazione nel miglior modo possibile. Tieni bene a mente questi 4 pilastri e non dovrai temere il test di ammissione 😉

1. I manuali

Il primo imprescindibile alleato che devi procurarti per preparare il test di ammissione è il giusto manuale.

In commercio ce ne sono diversi – ad esempio gli Alpha Test – uno per ogni specifica facoltà. Si tratta di strumenti preziosi perché, essendo realizzati apposta, al loro interno contengono esattamente tutto quello che ti serve sapere per superare con successo l’esame. Parlo di teoria ed esercizi all’interno dello stesso libro, un aspetto che rende i manuali molto pratici e comodi.

Inoltre, come abbiamo detto prima, gli esami di ammissione sono diversi dalle prove che affrontavi al liceo, non solo per una questione di modalità e tempistica ma anche di ragionamento. Il manuale, attraverso le simulazioni e gli esercizi, ti insegna proprio a sviluppare nel modo corretto la tua capacità di ragionamento logico e a formulare le risposte nel modo migliore per il test.

“Christian, ma hai visto quanto costano?”

Eh sì, il prezzo è quello che è, ma se vuoi il mio parere si tratta di una spesa giustificata. Secondo me è il giusto investimento da fare pensando proprio al tuo futuro! Se ti fidi di me non fare a meno del manuale perché può rendere la tua preparazione migliore sotto tanti punti di vista, più interattiva e coinvolgente, il che non guasta! Fatti un giro in libreria e online e scegli quello che ti sembra più adatto. Puoi trovarli anche usati e risparmiare un pochino 😉

Però non sbarazzarti subito dei libri delle superiori

I manuali sono certamente realizzati molto bene e con la giusta completezza, però per forza di cose ci saranno informazioni date un po’ “per scontate”. Hai visto quanto sono grossi, no? Immagina quanto sarebbero pesanti se davvero contenessero ogni singolo dettaglio di ogni singola materia!

Per questo motivo il mio consiglio è: mentre studi sul tuo bel manuale tieniti a fianco i testi delle superiori nei quali andare a ripassare approfonditamente le nozioni che nei manuali vengono spiegate un po’ più superficialmente. Quindi se avevi già fatto i preparativi per il falò sul balcone, spegni i fiammiferi: li brucerai un’altra volta perché ti servono ancora!

Detto questo ti sconsiglio di basare la tua preparazione per il test d’ingresso solo ed esclusivamente sui libri delle superiori, ma di usarli unicamente come strumento di approfondimento laddove lo ritieni necessario. Questo perché i manuali ti danno delle competenze aggiuntive che sui libri di scuola non troverai.

2. La pratica

Dopo esserti procurato i testi necessari passerai alla parte attiva di studio e soprattutto di pratica.

L’esercizio è il grande dettaglio che ti permette di fare una reale differenza nella preparazione ai test di ammissione, determinando o meno il tuo successo. Come dico sempre ai ragazzi del corso #iostudiorapido per incitarli “Pratica, pratica pratica!”. Tanta teoria e pochi esercizi costituiscono la ricetta per una cattiva preparazione. L’esercizio è la chiave per mettere alla prova la tua conoscenza teorica.

I manuali hanno già al loro interno una sezione dedicata esclusivamente agli esercizi. Simulazioni che ti servono per sviluppare, come abbiamo detto prima, il ragionamento logico e la formulazione delle risposte. E un’altra cosa molto importane nella quale ti aiutano è la corretta gestione del tempo!

Se quelli che trovi sul libro non ti bastano ci sono tantissime altre risorse alle quali puoi attingere. Internet è ricchissimo di siti con banche dati che contengono le domande e le simulazioni dei test degli anni passati, accessibili quasi sempre gratuitamente. Ti basterà cercare su Google!

Non esiste una formula assolutamente infallibile e perfetta da seguire, ma l’importante è comunque che ti eserciti tanto, soprattutto per colmare le tue lacune. Infatti quando simuli il test e sbagli una risposta la tua prima reazione sarà quella di chiederti “Dove ho sbagliato?” e il tuo cervello riuscirà a incamerare con estrema naturalezza la risposta giusta. Senza contare poi che gli esercizi rendono il tuo studio molto più attivo, dinamico e meno noioso…dunque perché non farli? 🙂

3. Il metodo di studio

Mi pare naturale, no? Il metodo di studio è senza ombra di dubbio fondamentale per prepararti al meglio.

Nel momento in cui ti ritrovi a studiare tante materie contemporaneamente devi avere un sistema solido alla base. Se ce l’hai, il metodo ti sarà di aiuto nella comprensione degli argomenti, nella memorizzazione delle informazioni, nel ripasso e così via, ad esempio grazie alle tecniche di memoria e di lettura veloce.

Se a mancarti è proprio il metodo, potrebbe interessarti il mio video corso #iostudiorapido. L’ho ideato in modo da permetterti di acquisire rapidamente solo gli strumenti necessari da mettere subito in pratica per ottenere in fretta i risultati. Ad oggi gli iscritti sono tantissimi e io sono davvero felice di vedere che le testimonianze sono sempre positive e incoraggianti.

Da questo link puoi scaricare alcuni video gratuiti presi direttamente dall’interno del corso. Guardandoli puoi farti un’idea di che cosa si fa dentro #iostudiorapido e provare a mettere in pratica i consigli che ascolterai. Provaci davvero, perché toccherai subito con mano i benefici di un corretto metodo di studio! Se invece pensi che il tempo sia troppo poco o credi di aver bisogno di un aiuto un po’ più “su misura” per te, una guida al tuo fianco per studiare insomma, scopri il coaching program 😉

4. Il gruppo di studio

A questo punto avviciniamo le mani e gridiamo “Uno per tutti, tutti per uno”! Se non mi conosci ancora e questo è il primo articolo che leggi, sappi che per me il lavoro di squadra è importantissimo.

Infatti ho creato un gruppo di supporto su Facebook nel quale i corsisti di #iostudiorapido possono riunirsi e darsi una mano per qualsiasi cosa. Dal comprendere meglio le tecniche, allo scambiarsi consigli sulla messa in pratica delle tecniche stesse, al semplice gesto di incoraggiarsi nei momenti più tesi. E in più una volta a settimana mi unisco a loro con una coaching live nella quale rispondo a tutte le domande che hanno raccolto.

I benefici di questo lavoro di squadra sono innegabili, perciò ti consiglio di fare esattamente la stessa cosa. Crea un buon gruppo di studio col quale preparare l’esame di ammissione. Certo, non significa mettersi a leggere tutti insieme ad alta voce il manuale e fare gli esercizi “in comunità”. Si tratta piuttosto di instaurare un clima condiviso nel quale riunirsi per studiare con serietà, sostenersi e venirsi incontro quando serve. Con il gruppo di studio potrai mettere alla prova la tua preparazione, rendere le simulazioni del test più interattive, ripassare e chiedere spiegazioni laddove non ti ricordi qualcosa e a tua volta colmare le lacune di qualcun altro.

Ora che sai che cosa devi studiare, gli esercizi che devi fare e con chi condividere questo percorso mi raccomando di non trascurare l’organizzazione del tuo studio! Non avrai un tempo infinito per prepararti alla prova, perciò stila un piano di studio e rispettalo meglio che puoi!

Questi erano i consigli principali che volevo darti per aiutarti ad affrontare i test di ingresso. Ma voglio lasciarti ancora un piccola informazione che potrebbe esserti utile. Esistono anche dei corsi di preparazione agli esami di ammissione. Ci sono quelli gestiti da agenzie specializzate che prevedono un certo costo. Ma molto spesso sono gli stessi atenei delle facoltà a organizzarli. Due o tre giornate propedeutiche proprio in vista dei test di ingresso, gratuite o comunque molto economiche. Informati bene, perché se l’università che hai scelto ti offre questa opportunità ti conviene coglierla 🙂

Spero che i consigli di oggi ti siano d’aiuto e ora non mi resta che augurarti in bocca al lupo per i tuoi esami di ammissione!

Ciao da Christian 🙂

Business photo created by katemangostar – www.freepik.com

Lascia il tuo Commento qui sotto

Commento

iostudiorapido popup

Trattamento Dati

Controlla la posta elettronica tra 5 minuti (se non trovi nulla, dai un'occhiata nello SPAM)

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici, analitici e di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy